Niente votazioni on line per il momento. Il M5S chiede a Renzi di proporre una rosa di nomi per il Quirinale, riservandosi di sottoporla al giudizio della base. Ma non parteciperà ad alcuna trattativa. Comunicata tramite blog e ribadita ieri alla manifestazione di piazza del Popolo, la scelta suscita commenti divergenti fra attivisti e simpatizzanti, ma sembra in gran parte condivisa. C’è chi è già rassegnato al fatto che “non ci può essere alcun accordo perché hanno già deciso tutto Renzi e Berlusconi” e chi chiede di potersi esprimere on line in “quirinarie” aperte. Tra gli intervistati, nessuno prende in considerazione l’ipotesi Prodi per sabotare il patto del Nazareno. Ma nemmeno gli altri nomi che vanno per la maggiore sui giornali vengono giudicati proponibili. Imposimato e Rodotà sono i candidati preferiti nel caso in cui Renzi – come prevede più di una voce – non farà nomi prima dell’inizio delle votazioni  di Piero Ricca, riprese e montaggio Mauro Episcopo