Dopo il “vaffa” di Beppe Grillo lanciato all’indirizzo di Matteo Renzi sabato dalla piazza romana, il Movimento 5 Stelle torna sui suoi passi nella partita per l’elezione del prossimo presidente della Repubblica. Luigi Di Maio al Tg1 detta la linea: “Il Pd ci presenti quattro nomi, noi consulteremo la Rete dopodiché voteremo il più gradito fin dal primo scrutinio