Il Comune di Spirano a lutto. Nel paese della provincia di Bergamo, il sindaco Giovanni Malanchini, in forza alla Lega Nord, ha deciso di esporre la bandiera italiana a mezz’asta, dopo la bocciatura del referendum sulla legge Fornero da parte della Consulta. “La Corte Costituzionale ha preso una decisione politica – spiega il primo cittadino – Dietro il termine esodati ci sono milioni di famiglie che non arrivano a fine mese”. Eppure, proprio il Carroccio, mentre si batte per i diritti di questi lavoratori, ha licenziato 71 suoi dipendenti di via Bellerio. “In teoria può essere considerata una contraddizione – ammette Malanchini – Ma è quello che succede quando si tagliano i finanziamenti pubblici ai partiti. Non c’era alternativa”  di Stefano De Agostini