Quelle di Fassina sono schiocchezze, noi abbiamo altro da fare“. Questa la prima reazione di Ernesto Carbone, deputato del Pd e renziano della prima ora alle parole di Stefano Fassina che ha accusato Matteo Renzi di essere il capo dei 101 che affossarono l’elezione di Romano Prodi a presidente della Repubblica nel 2013. Carbone, che schiva le domande su chi siano stati i franchi tiratori, dice: “Stiamo facendo le riforme che il Paese aspetta da tempo. Stiamo riscrivendo la Carta Costituzionale e una nuova legge elettorale, proprio come abbiamo promesso agli italiani. Dopodichè la prossima settimana inizieremo con l’elezione del presidente del capo dello Stato. Abbiamo cose più importanti da fare, no?”  di Manolo Lanaro