Una decina di persone è stata accoltellata da un uomo palestinese a bordo di un bus nel centro di Tel Aviv. L’assalitore ha prima colpito l’autista del bus e poi ha aggredito alcuni passeggeri.La polizia israeliana ha fatto sapere che l’assalitore è stato colpito con un’arma da fuoco alla gamba dalle guardie carcerarie che passavano vicino e che l’uomo è stato in seguito arrestato. Il comandante della polizia di Tel Aviv, Bentzi Sau, ha confermato che dieci persone sono rimaste ferite.

Il portavoce della polizia, Micky Rosenfeld, ha identificato l’assalitore come Hamza Muhammed Hassan Matrouk, 23enne residente della città di Tulkarem, in Cisgiordania. Un medico dell’ospedale Ichilov di Tel Aviv ha riferito alla radio dell’esercito che sette persone sono state ricoverate nella struttura, quattro delle quali hanno ferite gravi.

I media israeliani riportano che Hamas da Gaza ha definito l’attacco “eroico e coraggioso”. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, citato dai media, ha duramente accusato Abu Mazen: “L’attacco di Tel Aviv è la diretta conseguenza della sua velenosa campagna di incitamento contro gli ebrei e il loro Stato”. Israele, ha detto il premier, “continuerà a combattere con forza contro il terrorismo che ci ha preso di mira fin dalla fondazione del nostro Stato”.