Lindsey Vonn non si ferma più. Dopo la vittoria in discesa libera domenica, si impone nel Supergigante di Cortina valido per la Coppa del Mondo di sci femminile e diventa la sciatrice più vincente di tutti i tempi con 63 vittorie superando la leggenda austriaca Annemarie Moser-Proll, ferma a 62 e raggiunta ieri dalla stessa Vonn dopo la vittoria in discesa libera. La statunitense chiude con il crono di 1’27’03. Alle sue spalle l’austriaca Anna Fenninger (+0.85) e l’atleta del Lichtenstein, Tina Weirather (+0.92). Quarta la slovena Tina Maze (+0.99) a pari merito con la giovane austriaca Cornelia Huetter. In casa Italia brutta caduta per Daniela Merighetti che impatta violentemente contro un palo con il volto ferendosi al labbro.

Vonn ieri aveva centrato il 62° successo della carriera in Coppa del Mondo ed eguagliato il primato dell’austriaca Anne Marie Moser Proell. Un trionfo per la statunitense che aveva preceduto l’austriaca Elisabeth Goergl, terzo podio per l’italiana Daniela Merighetti. ”È stata una lunga, lunga strada. All’inizio della mia carriera mai avevo sognato di arrivare a tanto” aveva detto domenica. Trentuno anni il prossimo 18 ottobre, un metro e 78 per 70 chilogrammi, l’americana grazie alla sua bellezza ed alla sua bravura è da a tempo un grande personaggio anche negli Usa dove lo sci è davvero sport minore.

Lindsey, che da un paio d’anni è la compagna di Tiger Woods, il campione del golf, ha vinto in tutte le discipline con ben 32 successi in discesa: in questo, con 36 vittorie, solo Moser Proell la supera. Nella sua carriera anche il brutto l’incidente ad un ginocchio di due stagioni fa, in gara ai Mondiali di Schladming. Dopo mesi rientrò, ma un nuovo infortunio le ha impedito di essere alle Olimpiadi di Sochi. Da questa stagione è tornata a vincere e potrà arricchire il suo palmares che conta già quattro Coppe del mondo, un oro ed un bronzo alle Olimpiadi, due titoli mondiali e tre medaglie d’argento.