Il rischio terrorismo in Italia c’è, sarebbe da sciocchi e da irresponsabili negarlo. Le commistioni tra mafia e terrorismo ci sono state e potrebbero tornare a esserci”. A dirlo è il procuratore nazionale Antimafia, Franco Roberti, intervenuto a Napoli per un incontro dedicato alle mafie. E sulla possibilità di creare una superprocura nazionale antiterrorismo presso la Direzione nazionale antimafia, Roberti spiega che i magistrati “sono stati consultati e che è stato dato l’assenso all’attribuzione al procuratore nazionale Antimafia dei poteri di coordinamento anche nella materia del terrorismo. Quindi – conclude Roberti – ora aspettiamo serenamente le decisioni del potere politico”  di Fabio Capasso