/ /

Toyota Mirai a idrogeno, ordini sopra le aspettative. In Giappone, 1.500 al mese

di | 15 gennaio 2015
Toyota Mirai a idrogeno, ordini sopra le aspettative. In Giappone, 1.500 al mese
Foto del giorno

Addirittura 1.500 ordini nel primo mese di commercializzazione. Toyota annuncia che le richieste per la sua auto a fuel cell Mirai hanno superato le più rosee aspettative: la Casa aveva previsto di venderne solo 400 entro la fine del 2015. Circa il 60% degli ordini vengono da uffici governativi e aziende, il resto da clienti privati, prevalentemente dalla zona di Tokyo e dalle prefetture di Kanagawa, Aichi e Fukuoka. Le limitate aspettative di vendita erano giustificate dall'alto costa della vettura (in Giappone costa l'equivalente di 50.000 euro) e dalla limitata diffusione dei distributori di idrogeno. Nella Toyota Mirai, infatti, l'idrogeno contenuto nel serbatoio reagisce con l'aria all'interno delle celle a combustibile (o fuel cell) producendo corrente elettrica, che va ad alimentare il motore. Oggi in Giappone le stazioni di distribuzione d'idrogeno sono poche, ma lo scorso giugno il ministro dell'economia nipponico ha presentato il progetto per una “società dell'idrogeno” nella quale il gas viene utilizzato anche per usi domestici. Fa parte del piano governativo anche l'apertura, nel corso del 2015, di 100 punti di ricarica nelle principali città.

La Palio è l’auto più venduta in Brasile. E lì Fiat vende più del doppio che in Italia

»
Articolo Successivo

BlaBlaCar sbarca in India. L’app per farsi dare un passaggio è attiva in 14 Paesi

«
Articolo Precedente

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×