Audizione al Pirellone per le comunità islamiche milanesi, arrivate nella sede del Consiglio regionale lombardo per contestare formalmente il contenuto della proposta di legge regionale che mira a stabilire nuove e più rigide norme urbanistiche per l’edificazione di edifici di culto. Una legge subito ribattezzata “anti moschee” in ragione del fatto che le richieste più pressanti per la realizzazione di nuovi edifici di culto arrivano proprio dalla comunità islamica. Davide Piccardo, rappresentante delle associazioni musulmane milanesi, durante l’audizione ha cercato di riportare il dibattito sul diritto alla libertà di culto, ponendo l’accento sul rifiuto dell’accostamento fra terrorismo e islam: “Noi siamo tutti incensurati e abbiamo a cuore la legalità, non si può dire la stessa cosa per le istituzioni che rappresentano questa città”. A fargli da controcanto Riccardo De Corato, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale: “Quella di oggi è una grande perdita di tempo, noi andiamo avanti con la legge”  di Alessandro Madron