Erano almeno due milioni i francesi che hanno trasformato il centro di Parigi in una marea umana per la marcia repubblicana. È stata la risposta della società civile agli attacchi del 7 e 8 gennaio. Mentre 45 capi di Stato – guidati dal presidente francese François Hollande – si prestavano alle foto di rito, i parigini si interrogavano su cosa gli riserva il futuro. La minoranza musulmana di Francia, circa 5 milioni, rappresenta quasi il 9% della popolazione nazionale. “Non c’è nessun problema tra cittadini musulmani e non”, spiega Sylvie, figlia di genitori ivoriani, con in testa un drappo tricolore come una nuova “Marianne”. Fa discutere, più della paura di nuovi attacchi, l’assenza di Marine Le Pen, leader del partito di estrema destra Front National. “Ha fatto la sua scelta”, spiega un signore di fede ebraica, che la moglie subito subito corregge “una scelta odiosa”  di Cosimo Caridi