* Quirinal party, viaggio fantasy alla conquista del Colle

Con un comunicato sibillino, Palazzo Chigi ha fatto sapere di aver ricevuto, “in cordiale colloquio” il senatore Luciano Rossi. Chi è costui? Anzitutto un grande elettore del Ncd. Ma soprattutto presidente della Federazione italiana di tiro al volo. Fonti autorevolissime che vogliono restare anonime spiegano che proprio questa seconda qualità è stata la causa dell’incontro.

Rossi è un formidabile tiratore, produce piattelli che ha la fortuna di vendere in regime di monopolio (vedi Report) e ha spiegato al presidente del Consiglio il fuoco di precisione. Renzi ha voluto approfondire la tecnica dello spiattellamento, la fenditura del piatto a mezzo di colpo secco al suo centro, e ha vigorosamente ringraziato Rossi per l’esaustiva lezione promettendogli un obolo nella prossima legge di Stabilità. Poi ha pregato l’ufficio stampa di rendere noto il colloquio. Chiaro messaggio subliminale a quanti vogliono candidarsi al Quirinale senza il suo preventivo ok. Si sappia che il premier ha il grilletto facile!

Il Fatto Quotidiano, 28 dicembre 2014