Il racconto di due passeggere del traghetto italiano che ha preso fuoco al largo delle coste di Corfù. “Ho sentito due colpi fortissimi e ho capito che c’era qualcosa che non andava perché non potevano essere le onde del mare a produrre quei suoni”, ricorda Kristine Kilger Ute, cittadina tedesca che continua: “La sirena è suonata circa un quarto d’ora dopo che eravamo tutti nei corridoi in preda al panico”. E l’equipaggio? “Nessuno ci ha detto niente – racconta un’altra passeggera, la turco-svizzera Brigitte Meletis – La crew era impegnata nel dare i giubbini salvagente”  di Antonio Massari