La storia recente degli Stati Uniti è segnata dalla collera dei cittadini di colore contro il “grilletto facile” dei poliziotti. Troppo spesso, nel corso di questo 2014 l’opinione pubblica è stata scossa da casi di cronaca nei quali giovani neri venivano uccisi, per sbaglio o per un tragico errore di valutazione, dagli agenti. Ferguson, cittadina del Missouri, è diventata l’epicentro di tutte le tensioni razziali negli Stati Uniti dopo che lo scorso agosto Michael Brown, giovane nero di 18 anni disarmato, viene ucciso con sei colpi di arma da fuoco da un poliziotto bianco. Poi è la volta di Eric Garner soffocato a morte da un agente a New York. In entrambi i casi, il Gran giurì ha deciso di non incriminare gli agenti coinvolti: fatto questo che ha suscitato fortissime proteste nel Paese. Il videoblob racchiude i principali episodi del recente passato. Ilfattoquotidiano.it consiglia la visione del filmato solo a un pubblico adulto e consapevole   di Samuele Orini