Si era recato alla Coop per la fare la spesa sotto Natale, ma guardando il banco del pesce ha notato qualcosa di insolito: in vendita c’erano astici incellophanati ancora in vita. Così Ilario Spaila, un cliente del supermercato, ha girato un video per denunciare l’accaduto. La presidente fiorentina della Lav (Lega anti vivisezione), Susanna Cavalieri, parla senza mezzi termini: “E’ un caso di maltrattamento di animali”. Mentre l’ufficio stampa della Coop Firenze fa sapere di rispettare la normativa nazionale, ma si riserva di fare una attenta verifica sull’accaduto. Nel 2012 un episodio simile riguardò un ristoratore di Campi Bisenzio (Firenze), che fu condannato a pagare 5 mila euro di multa perché teneva astici e granchi vivi in frigo, con le chele legate  di Max Brod