Maurizio Pucci è il neo assessore ai lavori pubblici della giunta Marino bis. Il suo nome compare nelle intercettazioni dell’inchiesta Mafia Capitale. “Querelerò coloro che hanno riportato soltanto un pezzo di quella telefonata, Buzzi dice di aver vinto 2 a 0 contro Marino per avere evitato la mia nomina come dirigente Ama” spiega Pucci. Il capo della cooperativa 29 giugno definisce il neo assessore “un ladro a cui restano attaccati i soldi del partito”. “Io non faccio parte della banda, non sono io in galera – dichiara -, ho sempre lavorato in maniera trasparente, nella protezione civile, nella Regione Lazio, non ho mai ricevuto un avviso di garanzia, io sono sereno”. “Il lavoro da fare è complicato, serve decoro”. Sull’avvio della procedura di commissariamento di due appalti Ama da parte del presidente anticorruzione Raffaele Cantone aggiunge: “Ben venga Cantone, io mi muoverò così, per ogni appalto vorrò il timbro di Sabella, sia in uscita che in entrata” chiosa  di Irene Buscemi