“Io sono pronto a dimettermi, non ce la faccio più a vedere emendamenti di buon senso bocciati dalla maggioranza. Con le copertute già trovate, volevamo alzare la pensione minima da 450 euro a 600 euro. Ma non è stato possibile”. Così il deputato M5s, Alessio VIllarosa, protagonista della protesta in Aula mentre era in corso la discussione sulla legge di Stabilità. “E’ una dittatura, anche se mancano l’esercito e le armi”, aggiunge. E poi sulla procedura adottata dal governo Villarosa dice: “Abbiamo votato emendamenti senza testi, con il parere tecnico negativo degli uffici della Camera, è vergognoso”. “Inoltre – aggiunge il deputato 5S, Giorgio Sorial, sono tanti gli emendamenti marchetta, le regalie alle lobby del petrolio, alle slot macchine e al gioco d’azzardo”  di Irene Buscemi