Decine di scosse di terremoto sono state registrate nella notte in provincia di Firenze, nella stessa zona già attraversata venerdì 19 dicembre da uno sciame sismico che ha fatto alzare i livelli di allerta. Secondo i dati forniti dall’Istituto di geofisica e vulcanologia, le scosse – circa una trentina – hanno avuto magnitudo massima di 3.5. Le scuole a Firenze e provincia resteranno chiuse anche per la giornata di sabato 20 dicembre. Per tanti, nel Chianti fiorentino, è stata una notte trascorsa in auto, in tenda o nelle aree e strutture mese a disposizione dalle amministrazioni comunali.

Una scossa di magnitudo 3.5 è stata registrata alle 5:07. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 9,3 km di profondità ed epicentro in prossimità di Barberino Val d’Elsa, Greve, Impruneta, San Casciano e Tavarnelle Val di Pesa. Altre scosse sono state registrate alle 5:09 (magnitudo 3), alle 5:35 (3) e alle 5:56 (3.1).

A Greve in Chianti in circa 200 hanno dormito in tensostrutture allestite dal Comune vicino alla piscina e al campo sportivo comunali e nella frazione di Strada in Chianti: tra loro molti di quelli che avevano già lasciato le proprie case la notte precedente alle prime forti scosse e che già dal pomeriggio avevano chiesto punti di ricovero. A Sambuca Val di Pesa è nato una specie di accampamento spontaneo con tende montate accanto al campo sportivo.