“La critica del Nuovo Centrodestra all’aumento della prescrizione da 20 a 30 anni per i reati di corruzione e concussione si commenta da sola. Con un partito che va sotto i tribunali a fare manifestazioni contro i giudici, non è possibile riformare il sistema giudiziario in questo paese”. Così il capogruppo alla Camera del Movimento Cinque Stelle Andrea Cecconi commenta la levata di scudi del partito di Angelino Alfano sul testo presentato dalla maggioranza in Commissione giustizia alla Camera che raddoppia i tempi di prescrizione. “Le norme in materia di corruzione approvate dal governo in Consiglio dei Ministri devono essere migliorate in Parlamento”, continua Cecconi dopo aver incontrato il Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone insieme ad altri parlamentari grillini  di Annalisa Ausilio