“Abbiamo presentato un disegno di legge per la revisione delle misure in materia di antimafia, chiedendo al governo di prestare particolare attenzione, in tempi di crisi economica, all’immenso patrimonio sequestrato alle mafie che non può rimanere inutilizzato”. Così il presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi, a margine della presentazione alla Camera di una proposta di legge per riformare il codice Antimafia. “Sono necessari – spiega – investimenti perché riportare le attività economiche dall’illegalità alla legalità ha un costo elevato. Occorre quindi un Fondo di rotazione da dedicare alla produttività di questi beni che diventano Welfare e crescita”. Sulla candidatura italiana alle Olimpiadi 2024 annunciata da Renzi, la presidente della Commissione Antimafia commenta: “Il nostro Paese non può rinunciare a questa occasione, perché ha paura delle mafia. L’importante è che ci sia una normativa adeguata, che si ci siano i controlli e si riveda la regolamentazione sugli appalti che in casi come Expo o Mose ha mostrato i suoi limiti”   di Annalisa Ausilio