Scorsese e Jagger insieme per una serie tv sul mondo del rock – Se avete seguito “Boardwalk empire” appassionandovi allo stile del telefilm e all’impronta data allo stesso dal grande Martin Scorsese, preparatevi ad un altro prodotto simile, almeno come qualità, ideato e voluto dal regista italo americano. Questa volta si tratterà di una serie sul mondo del rock e per fare le cose in grande Scorsese la produrrà insieme a Mick Jagger che fungerà da supervisore dell’intero progetto. Il telefilm, che ancora non ha un titolo vero e proprio, racconterà la storia di Richie Finestra, dirigente di una casa discografica, alle prese con la guerra tra rock, punk e disco music, in piena atmosfera anni settanta. Avendo dato un’occhiatina al set, già i costumi valgono la visione di questa produzione….

Torta alla marijuana al prof: studente incriminato nel Maryland – Uno studente di un liceo del Maryland è stato incriminato dalla polizia locale per aver dato al suo insegnate… della torta alla marjuana. Durante una lezione alla Broadneck high school di Annapolis, l’alunno è stato ripreso dal professore perché stava mangiando in classe. Lo stesso insegnante ha poi chiesto di poter assaggiare il dolce con lo studente che porgendoglielo, non l’avrebbe avvertito su cosa contenesse. Apprezzandone il gusto, l’insegnate l’avrebbe poi mangiato tutta la fetta, con il risultato di sentirsi male nel giro di un quarto d’ora. Interrogato poco dopo, il ragazzo ha ammesso le sue colpe, dichiarando però di non aver detto nulla sulla ricetta della torta solo per paura e non per vedere l’effetto che la stessa avrebbe fatto sul docente.

Negli Usa boom per le vendite di auto – Crisi dell’automobile? Forse, ma non negli Stati Uniti, dove le cifre delle vendite degli ultimi mesi hanno stupito tutti, addetti ai lavori compresi che non si attendevano numeri di tal livello. Il mese di novembre, tanto per fare un esempio, è stato il migliore da 13 anni a questa parte, con dei volumi che danno un’idea di come gli americani abbiano ritrovato la voglia di spendere. In questo successo di settore c’è anche una parte (e non piccola) italiana, visto che a livello di percentuale il salto in avanti più evidente lo ha fatto Chrysler con un più 20% che l’ha oramai portata, come vendite sul suolo Usa a ridosso di Toyota e Ford.

Maxi risarcimento da New York: 4,4 milioni ai proprietari delle auto danneggiate dalla polizia durante gli inseguimenti – Il sindaco di New York, Bill De Blasio, è alle prese con il budget della città che sembra dargli più grattacapi del previsto, a differenza di altri aspetti, come la netta diminuzione della criminalità a Manhattan. La voce che pare preoccuparlo maggiormente, sembrerebbero essere i 706 milioni di dollari pagati l’anno passato, come risarcimento ai cittadini che hanno fatto causa alla città per i più svariati motivi. 227 milioni sono stati pagati per risarcire persone danneggiate da comportamenti lesivi da parte della polizia, 150 per incidenti d’auto causati da malfunzionamenti vari (tipo semafori rotti), 60 per gli infortuni subiti dai cittadini caduti su e da i marciapiedi. Ma forse, la cifra più curiosa, riguarda i 4,4 milioni di dollari sborsati dal comune per risarcire i proprietari di automobili danneggiate dalla polizia, durante gli inseguimenti per le strade newyorkesi.

Detenuto fa causa a “Ballando con le stelle”: offende la fede mussulmana, favorisce l’adulterio – E a proposito di cause e risarcimenti (richiesti) decisamente bizzarri, sentite questo… .Tale Jonathan Lee Richers, detenuto in Pennsylvania in questi anni ha intentato cause a più di cinquemila soggetti, la maggior parte dei quali sono personaggi di trasmissioni televisive. L’ultima di queste, riguarda l’edizione americana di “Ballando con le stelle” che secondo Richers favorirebbe l’adulterio andando contro la fede mussulmana (alla quale Richers si è convertito in prigione) con la trasmissione di immagini indecenti la visione delle quali è proibita dall’Islam. Ma il top arriva nella seconda parte della causa, che sostiene che il pubblico sia costretto a vedersi i concorrenti, personaggi ricchi e famosi, felici e contenti mentre ballano, quando due miliardi di persone nel mondo non possono neppure permettersi un televisore….

La Bud non è più la birra degli americani, i giovani bevono birre più moderne – In piena crisi d’identità e di fatturato, per la prima volta in oltre cinquant’anni, la birra Budweiswer ha cancellato dalla programmazione natalizia in tv, gli spot con protagonisti i cavalli da tiro ungheresi, da sempre immagine dell’azienda. Gli spot con gli animali sono stati sostituiti da una serie di pubblicità destinate al mondo dei giovani, che negli ultimi anni, secondo il marketing dell’azienda, è stato perso completamente dalla Bud a favore di birre più “moderne”. Pensate che, secondo una recente indagine, il 44% dei consumatori compresi tra i 21 e 27 anni, non ha mai assaggiato quella che sino a qualche tempo fa era conosciuta come “the king of beer”. Il declino della birra che ha fatto la storia dell’America è cominciato quando la Budweiser è stata acquista dal gigante belga Inbew a sua volta partecipato da investitori brasiliani: in poco tempo, la nuova proprietà, distrutto l’identità della Bud. L’anno passato, un investimento pubblicitario di quasi 500 milioni di dollari, è servito a poco, anzi, ha finito con lo spostare i gusti anche dei clienti più classici, indirizzandoli verso brand avversari come Miller e Coors.

Muore Baer, il padre dei videomgame – All’età di 92 anni è morto Ralph Baer, personaggio quasi sconosciuto al grande pubblico, che però ha segnato l’esistenza della gran parte di tutti noi. Baer è stato infatti quello che ha inventato i videeogame, creando, tra l’altro, la prima consolle vera e propria. Negli anni sessanta, la “Magnavox Odissey” era in grado, collegata ad un televisore a catodo, di muovere i soggetti in orizzontale e verticale, cosa che sembrava, al tempo, qualcosa di davvero miracoloso.