“Con voi non parlo perché sulla storia della casa al Colosseo ci sono state troppe strumentalizzazioni”. L’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola (ex parlamentare Fi-Pdl), a Reggio Calabria per il processo che lo vede imputato con l’accusa di aver favorito l’ex parlamentare di Fi latitante Amedeo Matacena, non risponde alle domande de ilfattoquotidiano.it su cosa farà con la plusvalenza da quasi un milione di euro ottenuta dalla vendita del mezzanino acquistato “a sua insaputa” con l’aiuto della cricca. I soldi li restituirà ad Anemone o li darà in beneficenza? “Non c’è nessun motivo di dirle quello che faccio”, risponde piccato il politico ligure che, poco prima di entrare in tribunale chiede alle guardie giurate di bloccare il giornalista: “Fermate quest’uomo”  di Lucio Musolino