Oltre 3mila NoTav hanno marciato ieri sera per le vie di Susa, in provincia di Torino. Poco prima che la fiaccolata si concludesse, un gruppo di attivisti ha accesso alcuni fumogeni davanti al hotel Napoleon dove, da oltre due anni, le stanze sono quasi totalmente occupate dalle forze dell’ordine in servizio al cantiere dell’alta velocità di Chiomonte. I NoTav hanno “ribattezzato” via Mazzini, dove si trova l’albergo, in via gli Sbirri, attaccando persino delle finte segnalazioni stradali. La manifestazione si è conclusa pacificamente, ma già oggi pomeriggio è attesa una nuova protesta alle reti del cantiere. La situazione in Valsusa torna a scaldarsi a pochi giorni dalla sentenza, del tribunale di Torino, per il processo ai quattro NoTav accusati di terrorismo   di Cosimo Caridi