Più che una giornata spezzatino è un turno macinato. Il 14esimo appuntamento con la Serie A si allunga su quattro giorni e si spalma su otto orari diversi. È da mangiare a piccoli bocconi. Gli incroci disegnati dal calendario lo rendono però succulento. Venerdì a Firenze arriva la Juventus, da Baggio in poi è sempre stata una partita speciale. Sabato alle 18 tocca alla Roma contro il Sassuolo, in netta ripresa dopo l’avvio difficile. Sulle battistrada incombe la Champions League: martedì e mercoledì si decide tutto, compresa la possibilità di intascare un’altra trentina di milioni. Domenica tocca al Napoli, 16 punti negli ultimi due mesi. Gli uomini di Benitez chiedono strada all’Empoli: gli azzurri hanno sempre faticato davanti a squadre ordinate tatticamente. E quella di Sarri lo è. Al San Paolo si gioca alle 12.30. Dal mar Tirreno si risale in Liguria per Genoa-Milan, incrocio ad alta tensione per il terzo posto. La squadra di Gasperini è imbattuta da 8 turni, ultima sconfitta nel derby. Era il 28 settembre. Più o meno quando i rossoneri hanno iniziato a zoppicare. L’Inter dovrà invece invertire la rotta contro l’Udinese dell’ex Stramaccioni, afflosciatasi dopo un avvio tutto pepe. La maratona prosegue lunedì alle 19 con Cagliari-Chievo e si conclude due ore più tardi a Verona, dove la Sampdoria arriva con un carico di pensieri legati al mercato in uscita. Completano il turno Torino-Palermo (sabato alle 20.45), Atalanta-Cesena e Parma-Lazio in programma domenica alle 15. Buona scorpacciata.

FIORENTINA-JUVENTUS (5/12 ore 20.45)
Fiorentina: Neto, Basanta-Rodriguez-Savic, Alonso-Borja Valero-Pizarro-Fernandez- Joaquin, Cuadrado-Gomez (all. Montella)

•Si è sboccato Mario Gomez e Montella lo conferma quindi al centro dell’attacco. Accanto a lui agirà Cuadrado. Consueto 3-5-2 con il folto centrocampo dove tutto ruota attorno al trio centrale con Pizarro a fare da perno.
Indisponibili: Bernardeschi, Lupatelli, Pasqual, Rossi. Squalificati: nessuno.

Juventus: Buffon, Ogbonna-Bonucci-Chiellini, Evra-Pogba-Pirlo-Vidal-Pereyra, Tevez-Llorente (all. Allegri)

•Torna Buffon tra i pali, ma Allegri dovrà rinunciare sia ad Asamoah che a Romulo ed è probabile che per combattere l’emerga in difesa torni a usare il collaudato 3-5-2 con Evra largo a sinistra e Pereyra a destra. In attacco Coman scalpita e potrebbe soffiare il posto a Tevez, ma vista l’importanza della gara l’argentino resta favorito a partire dal primo minuto.
Indisponibili: Asamoah, Barzagli, Caceres, Marrone, Romulo. Squalificati: Lichtsteiner.

ROMA-SASSUOLO (6/12 ore 18)
Roma: De Sanctis, Holebas-Astori-Manolas-Florenzi, Nainggolan-De Rossi-Pjanic, Gervinho-Totti-Destro (all. Garcia)

•A centrocampo Garcia dovrebbe rinunciare a Keita lanciando il terzetto Nainggolan-De Rossi-Pjanic. Novità in difesa: in vista del decisivo impegno di Champions, Maicon va verso la panchina con Florenzi terzino. Anche in attacco sono possibili sorprese: Totti ci sarà sicuramente, anche Destro. Mentre Gervinho e Ljajic potrebbero uscire dall’undici titolare per far spazio a Iturbe.
Indisponibili: Balzaretti, Castan, Curci, Ucan. Squalificati: nessuno.

Sassuolo: Consigli, Peluso-Acerbi-Cannavaro-Vrsaljko, Biondini-Missiroli-Taider, Sansone-Zaza-Berardi (all. Di Francesco)

•Sarà Missiroli a sostituire lo squalificato Magnanelli nel centrocampo neroverde, completato da Taider e Biondini. In attacco è probabile che uno tra Zaza e Floro Flores venga preferito a Floccari nel tridente con Berardi e Sansone.
Indisponibili: Pegolo. Squalificati: Magnanelli.

TORINO-PALERMO (6/12 ore 20.45)
Torino: Gillet, Moretti-Glik-Maksimovic, Darmian-Farnerud-Vives-Peres, El Kaddouri, Quagliarella-Amauri (all. Ventura)

•Consueta incertezza in attacco per Ventura. Questa volta pare che opti per El Kaddouri trequartista alle spalle di Quagliarella e Amauri. A centrocampo si rivede Farnerud dal primo al posto di Gazzi, squalificato. Confermato il terzetto difensivo guidato da Moretti.
Indisponibili: Basha, Masiello, Nocerino. Squalificati: Gazzi.

Palermo: Sorrentino, Andelkovic-Gonzalez-Munoz, Lazaar-Chochev-Maresca-Bolzoni-Morganella, Dybala-Belotti (all. Iachini)

•Iachini dovrà rinunciare agli squalificati Vazquez e Barreto. Si rivede quindi Belotti dal primo minuto accanto a Dybala. A centrocampo chance dal primo per Bolzoni (o Rigoni) accanto a Maresca e Morganella.
Indisponibili: nessuno. Squalificati: Barreto e Vazquez.

NAPOLI-EMPOLI (7/12 ore 12.30)
Napoli: Rafael, Ghoulam-Henrique-Albiol- Maggio, David Lopez-Gargano, Mertens-Hamsik-Callejon, Higuain (all. Benitez)

•Henrique prende il posto dello squalificato Koulibaly al centro della difesa, mentre a centrocampo David Lopez e Gargano sono i due prescelti alle spalle di Callejon-Mertens e, forse, Hamsik. Lo slovacco infatti potrebbe tirare il fiato dando spazio a De Guzman.
Indisponibili: Insigne, Michu, Zuniga. Squalificati: Koulibaly.

Empoli: Sepe, Mario Rui-Rugani-Tonelli-Hysaj, Croce-Valdifiori-Vecino, Verdi, Tavano-Maccarone (all. Sarri)

•Sarri si presenta al San Paolo con la formazione tipo. Nel suo 4-3-1-2 trovano spazio Verdi – preferito ancora a Zielinski, alle spalle di Tavano e Maccarone. Dietro Rugani e Tonelli a comandare la difesa, mentre spetterà a Valdifiori comandare il centrocampo.
Indisponibili: Guarente, Laurini. Squalificati: nessuno.

ATALANTA-CESENA (7/12 ore 15)
Atalanta: Sportiello, Del Grosso-Benalouane-Stendardo-Zappacosta, A. Gomez-Carmona-Cigarini-D’Alessandro, Moralez, Denis (all. Colantuono)

•Attenzione alla rivoluzione in casa Atalanta, anche se il modulo base resta quello con probabilità più alte d’essere usato. Certo l’impiego di Zappacosta, preferito a Cherubin. Mentre Gomez e D’Alessandro dovrebbero dar manforte a Moralez e Denis.
Indisponibili: Estigarribia, Rosseti, Raimondi. Squalificati: Boakye e Dramè.

Cesena: Leali, Mazzotta-Lucchini-Volta-Giorgi, De Feudis-Cascione-Carbonero, Brienza, Hugo Almeida-Rodriguez (all. Bisoli)

•Per un’immediata reazione, necessaria, Bisoli si affida all’estro di Brienza che supporta Almeida e la novità Rodriguez in attacco. Carbonero è ormai pedina inamovibile nello scacchiere romagnolo, mentre alle sue spalle in fascia dovrebbe esserci Giorgi.
Indisponibili: Cazzola, Marilungo, Perico, Renzetti. Squalificati: nessuno.

GENOA-MILAN (7/12 ore 15)
Genoa: Perin, Izzo-De Maio-Roncaglia, Antonelli-Sturaro-Bertolacci-Edenilson, Iago-Matri-Perotti (all. Gasperini)

•Fuori Kucka dal centrocampo di Gasperini che preferisce schierare la coppia azzurra Bertolacci-Sturaro al centro con Antonelli ed Edenilson ai lati. Dietro spazio a Izzo o Marchese (Burdisso è squalificato) accanto a De Maio e Roncaglia. Ancora Matri al centro dell’attacco, Pinilla si accomoderà nuovamente in panchina.
Indisponibili: Rincon, Mandragora. Squalificati: Burdisso.

Milan: Diego Lopez, Armero-Mexes-Rami-Bonera, Bonaventura-De Jong-Van Ginkel, El Shaarawy-Menez-Honda (all. Inzaghi)

•Inzaghi recupera De Jong a centrocampo, dove mancherà invece lo squalificato Essien. In attacco confermata la fanteria leggera con Menez al centro. Armero si piazza sull’esterno della difesa, dove Mexes e Rami saranno i centrali. A destra va Bonera.
Indisponibili:Abate, Alex, De Sciglio, Muntari. Squalificati: Essien.

PARMA-LAZIO (7/12 ore 15)
Parma: Iacobucci, Costa-Lucarelli-Mendes, De Ceglie-Acquah-Lodi-J. Mauri-Rispoli, Cassano-Palladino (all. Donadoni)

•Palladino confermato in attacco con Cassano dopo il gol di domenica scorsa, Belfodil va verso la panchina. Ancora Iacobucci tra i pali anche se Mirante potrebbe recuperare. Felipe appiedato dal giudice sportivo lancia la difesa Costa-Lucarelli-Mendes. Mentre a centrocampo si rivede Acquah, out a Palermo per la squalifica.
Indisponibili: Biabiany, Cassani, Coda, Ghezzal, Paletta. Squalificati: Felipe.

Lazio: Marchetti, Braafheid-Radu-De Vrij-Basta, Lulic-Biglia-Parolo, Mauri-Djordjevic-Anderson (all. Pioli)

•Mauri e Anderson sono i favoriti per fare da innesco a Djordjevic, anche se è probabile che Klose – dato per partente – possa avere un ritorno di fiamma con Pioli e soffiargli il posto. Nuovamente panchina per Keita. Consuete scelte in difesa e a centrocampo.
Indisponibili: Candreva, Ciani, Gentiletti, Pereirinha. Squalificati: nessuno.

INTER-UDINESE (7/12 ore 20.45)
Inter: Handanovic, Dodò-Juan Jesus-Ranocchia-Campagnaro, Kuzmanovic-Medel-Guarin, Kovacic-Osvaldo-Palacio (all. Mancini)

•Mancini virerà probabilmente sul 4-3-3 con Kovacic largo a sinistra. Al centro dell’attacco si giocano una maglia Icardi e Osvaldo (favorito quest’ultimo). Dietro dovrebbe recuperare Nagatomo ma dal primo dovrebbe partire ancora Campagnaro.
Indisponibili: Jonathan, Hernanes. Squalificati: nessuno.

Udinese: Karnezis, Pasquale-Danilo-Heurtaux- Piris, Guilherme-Allan-Badu, Thereau-Kone, Di Natale (all. Stramaccioni)

•Per il suo ritorno a San Siro contro i nerazzurri, Stramaccioni non potrà disporre di Domizzi, squalificato. Al suo posto dovrebbe esserci Pasquale, altro ex di turno. Per il resto nessuna novità: 4-3-2-1 con Di Natale che tenterà di avvicinare Baggio nella classifica capocannonieri, approfittando di una delle difese più battute del campionato.
Indisponibili: Gabriel Silva, Muriel. Squalificati: Domizzi.

CAGLIARI-CHIEVO (8/12 ore 19)
Cagliari: Cragno, Pisano-Rossettini-Ceppitelli- Balzano, Ekdal-Conti-Crisetig, Cossu-Farias-Ibarbo (all. Zeman)

•Il tecnico boemo non cambia una virgola dopo il ko interno contro la Fiorentina. Farias confermato al centro dell’attacco con Cossu e Ibarbo ai lati anche perché è ancora incerto il recupero di Sau. Conferme in difesa e a centrocampo.
Indisponibili: Sau. Squalificati: nessuno.

Chievo: Bizzarri, Zukanovic-Gamberini-Dainelli-Frey, Birsa-Hetemaj-Radovanovic-Izco, Meggiorini-Maxi Lopez (all. Maran)

•Meggiorini e Maxi Lopez sono favoriti nell’attacco di Maran rispetto a Paloschi e Pellissier. Nel 4-4-2 dovrebbero spingere sulle fasce Birsa e Izco, ottimi nell’ultima di campionato. Attenzione alla difesa: in tre sono diffidati.
Indisponibili: nessuno. Squalificati: nessuno.

VERONA-SAMPDORIA (8/12 ore 21)
Verona: Rafael, Agostini-Moras-Marquez-Ale. Gonzalez, Lazaros-Tachtsidis-Campanharo, J. Gomez-Toni-Nico Lopez (all. Mandorlini)

•La squalifica di Hallfredsson spinge Mandorlini a schierare Tachtsidis, Lazaros e Campanharo a centrocampo. In attacco non c’è spazio per Saviola, nonostante il gol in Coppa Italia. In difesa consuete scelte con Marquez a comandare le operazioni.
Indisponibili: Ionita, Jankovic, Martic, Obbadi, Sala, Sorensen. Squalificati: Hallfredsson.

Sampdoria: Romero, Regini-Romagnoli-Silvestre-De Silvestri, Krsticic-Palombo-Rizzo, Eder-Okaka-Gabbiadini (all. Mihajlovic)

•Senza Soriano e Obiang, Mihajlovic si affida a Krsticic e Rizzo ai lati di Palombo. In attacco dovrebbero essere confermati sia Okaka che Gabbiadini, al centro dei desideri di mercato delle milanesi e del Napoli. In difesa sulla sinistra dovrebbe esserci Regini. Romagnoli è invece favorito su Gastaldello per comporre il duo centrale con Silvestre.
Indisponibili: nessuno. Squalificati: Soriano e Obiang.