Le contestazioni raggiungono il presidente del Consiglio Matteo Renzi anche in Irpinia. Il premier ha scelto come tappa campana lo stabilimento Ema (Europea Microfusioni Aerospaziali) di Morra De Sanctis, in provincia di Avellino, società che conta 450 lavoratori e produce palette per motori aeronautici. Ma al suo arrivo, ad attenderlo, c’era un presidio con circa un centinaio di persone che gli ha urlato “Come De Mita“. “Ormai il Pd – spiegano i lavoratoti – è uguale alla Democrazia Cristiana“.  Poi, rispetto alle dichiarazioni di Renzi sulla disoccupazione, la risposta dei manifestanti è unanime: “Se fosse davvero preoccupato eviterebbe passerelle e, soprattutto, avrebbe dovuto evitare di far approvare il Jobs Act, perché non fa altro che da ancora più libertà nei licenziamenti”  di Fabio Capasso