Prima volta a Catania per Matteo Renzi da quando è diventato premier. Accolto dal primo cittadino Enzo Bianco e accompagnato dal sottosegretario Graziano Delrio, è stato tuttavia costretto a far ingresso nel palazzo di città da un’entrata secondaria a causa della protesta di alcuni giovani manifestanti. Il gruppo, composto da circa trenta persone, ha tentato a più riprese di forzare il cordone di sicurezza venendo diverse volte a contatto con le forze dell’ordine che però si sono limitate a un respingimento senza l’utilizzo dei manganelli. «Contestazioni o no – ha chiosato in Comune Renzi – staremo in mezzo alla gente tutte le settimane. Si stancheranno prima loro, noi non ci stanchiamo». Gli animi si sono stemperati soltanto quando ha abbandonato la città con i poliziotti che hanno tolto i caschi di protezione. Il Presidente del Consiglio si è quindi spostato verso la Calabria per nuovi incontri istituzionali del suo tour nel sud Italia di Saul Caia e Dario De Luca