C’è anche l’amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles Sergio Marchionne tra i 300 cittadini più ricchi della Svizzera, il cui patrimonio equivale, messo insieme, a 671,7 miliardi di franchi, pari a 540 miliardi di euro. L’equivalente del prodotto interno lordo dell’intero Paese. A scriverlo è la testata economica Bilanz, che ha inserito il manager italo-canadese nella lista degli elvetici più facoltosi e gli attribuisce una ricchezza di 300 milioni di franchi, ovvero quasi 250 milioni di euro. Bilanz ricorda i 10,8 milioni di euro incassati alla fine di ottobre grazie all’esercizio di 6,25 milioni di stock option sulle azioni di Fca e di Cnh Industrial (di quest’ultima Marchionne è presidente).

Accanto a Marchionne si trovano diversi imprenditori italiani, per esempio gli armatori napoletani Aponte della compagnia di navigazione Msc, con una ricchezza stimata tra i 9 e i 10 miliardi di franchi, e Tomaso Trussardi dell’omonima casa di moda, neo marito della conduttrice svizzera Michelle Hunzinker, con una fortuna di 300 milioni di franchi.

Sempre venerdì il presidente di Fca, John Elkann, ha negato che in Ferrari, prossima alla separazione dal resto del gruppo e guidata ora dallo stesso Marchionne, sia in vista un cambio di amministratore delegato. “Oggi c’è un vertice chiaro – ha detto Elkann – con Marchionne presidente e Amedeo Felisa amministratore delegato”.