La battaglia contro l’evasione è sacrosanta, in Italia è impressionante: 91 miliardi di euro, quasi 6 punti di Pil. Non ci sono scappatoie, bisogna stangare in modo definitivo chi vìola le norme, ma allo stesso tempo servono leggi più semplici“. Così il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante l’inaugurazione dell’anno accademico 2014/2015 della Scuola di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza a Ostia. Il premier non perde occasione per toccare anche il tema a lui tanto caro delle riforme. “Dopo anni di melina e pantano – dice – cambiamo la legge elettorale e interveniamo sul mercato del lavoro senza ridurre i diritti, ma togliendo gli alibi per chi vuole investire. Ma nel nostro percorso di riforme quella più significativa è quella del sistema di formazione, la sola che permetterà all’Italia di uscire dalla crisi”  di Annalisa Ausilio