“E’ l’ennesimo atto d’imperio, come nel nostro caso, senza un’assemblea congiunta dei parlamentari, senza una ratifica da parte degli iscritti, uguale fa ora con un bell’articolo sul blog dove ripete attacca sulla rendicondazione dei soldi, una cosa ridicola, non corretta e offensiva. Alessandra Bencini, ex Senatrice del M5S, oggi aderente al Gruppo Misto di Palazzo Madama commenta la votazione di espulsione in corso sui deputati Artini e Pinna decisi da Beppe Grillo. “Artini ha detto quello che sostenevamo anche noi un anno fa: alcune cose vanno riviste, se volgiamo essere incisivi in questo Parlamento. Grillo è il dominus? Va bene ma allora dovrebbe venire a parlare con i parlamentari e decidere una line a comune, dove andare e cosa fare. Si confronti con chi in queste stanze ci sta tutti i giorni”. Maria Mussini: “Lei parla con una persona che è stata buttata fuori senza nessuno dei passaggi che sono previsti, gli attivisti devono chiedere più trasparenza, un struttura credibile. Sulle espulsioni molte volte l’attivista preferisce non votare e nemmeno questo viene utilizzato come strumento di riflessione. Grillo si è trasformato nel capo politico, ma dovrebbe tornare a fare il garante della correttezza e trasparenza di tutto”  di Manolo Lanaro