“Dal prossimo 1 gennaio, dopo le riforme, l’Italia cambierà registro in Europa”. Lo dice il premier Matteo Renzi al Parlamento europeo a Strasburgo dopo un incontro con il gruppo socialista. “Nel momento in cui l’Italia avrà fatto il primo passaggio corposo di riforme – dice Renzi riferendosi all‘approvazione del Jobs Act, della delega fiscale e della legge elettorale – sarà chiaro che lo sforzo riformatore italiano produrre risultati rilevanti”. “L’Italia – prosegue il premier – potrà parlare con più decisione ai tavoli europei di investimenti e crescita. E, dopo il nostro semestre di presidenza europea, continueremo su questa linea”. Renzi poi conclude promettendo che “l’obiettivo resta l’Europa sempre più vicina alle gente”  di Alessio Pisanò