“Forse avrò gli occhiali sbagliati, ma io vedo diverse motivazioni valide per scioperare“. Al termine dell’incontro con il gruppo parlamentare Sel alla Camera su Jobs act e legge di Stabilità, il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, replica così alle parole di Anna Maria Furlan, segretario della Cisl che si sfila dallo sciopero indetto per il 12 dicembre. “Nonostante gli emendamenti – spiega la Camusso – la filosofia del Jobs act è la stessa e continueremo a contrastarla. E poi aggiunge: “Ricordo alla politica smemorata e alle altre organizzazioni sindacali che con il governo Monti noi scioperammo, ora chiedo rispetto per i lavoratori e la scelta costosa e faticosa di scioperare, nonostante il momento difficile molti mettono in campo ancora la propria energia”. Sui fischi al messaggio del ministro Poletti che ha disertato il convegno della Uil, la Camusso afferma: “Sono stupefatta, visto  che ci avete criticato non interveniamo, la funzione istituzionale di confronto con i sindacati non può mai venire meno”  di Irene Buscemi