I rom in qualche cromosoma hanno qualcosa che non va, direi proprio che hanno il genoma della delinquenza. Sono portati a delinquere“. Sono le parole dell’europarlamentare della Lega, Gianluca Buonanno, ospite de “La Zanzara”, su Radio24. “Non prendo lezioni dai rom che mi accusano di razzismo” – afferma – “come è successo 10 giorni fa a “L’Aria che tira” con un rom che era stato pure condannato. E mi sono rotto le scatole di questo vittimismo continuo, anche di quelli che li difendono. I rom hanno più oro di una gioielleria. Hanno Bmw e Mercedes. Mi devono spiegare dove trovano i soldi”. E aggiunge: “Ci sono rom in gamba, ma ce ne sono troppi che vivono nella delinquenza e sanno fare solo quello. Sono portati alla delinquenza e non può essere altrimenti, se uno fa crescere i figli facendoli andare a rubare e a chiedere l’elemosina. Li fanno crescere in mezzo ai topi e non li mandano a scuola. Se hai i rom come vicini di casa non vivi tranquillo. E poi” – prosegue – “non fanno mai autocritica: o fanno le vittime o i Ponzio Pilato”. Buonanno attacca poi il ministro Angelino Alfano: “Sono andato in Sicilia, nella provincia di Agrigento, dove lui è il numero uno tra i politici più odiati per la questione dei clandestini che hanno rovinato il turismo di quelle zone. E lì una persona chiamava il Ncd Nuova Camorra Democratica“. Critica al vetriolo immancabile per i matrimoni gay, per i quali il governo Renzi sta pensando di ispirarsi al modello tedesco: ” Noi italiani non siamo in grado di fare una legge per conto nostro. Ormai copiamo tutto dalla Germania, persino i matrimoni dei frocidi Gisella Ruccia