Dopo un’intera notte di incontri, la trattativa sul piano industriale dell’Ast è stata sospesa e aggiornata alle 10 di oggi al ministero dello Sviluppo economico a Roma. “Abbiamo convenuto di iniziare una trattativa non stop fino a una possibile anche se non certa intesa. Cambia quindi il programma e le assemblee programmate sono sospese in attesa di una possibile ipotesi di accordo”. Così il segretario Fim Cisl di Terni Claudio Bartolini, presente all’incontro su Ast in corso al Mise che aggiunge: “Abbiamo verificato la disponibilità dell’azienda a esplorare tutti i punti, crediamo si possa iniziare la trattativa finale. Lavoriamo per un accordo che rilanci lo stabilimento”. Una trentina di operai, dopo ventotto giorni di sciopero, in costante contatto con i colleghi rimasti a Terni, hanno atteso sotto la pioggia gli sviluppi del tavolo e ai nostri microfoni ci confidano tra ansie e perplessità: “Non ci resta che sperare”  di Manolo Lanaro