“Alzo le mani. Ho descritto la politica con cinismo, cattiveria e sfrontatezza ed è tutta colpa mia”. Michael Dobbs alla libreria Fandango di Roma per presentare il secondo volume di “House of Cards“, il best seller da cui è tratta la fortunata serie televisiva. “La Thatcher mi ha insegnato tutto quello che so della politica e consiglio al premier Renzi di indossare i suoi stessi stivali chiodati e iniziare a marciare. Spero che il primo ministro italiano diventi più simile a lei piuttosto che a Blair dato che la storia le ha riservato un giudizio molto più generoso”. Sulle analogie fra Renzi e Berlusconi, Dobbs dà un consiglio al leader più giovane d’Europa: “Dell’ex Cavaliere si conosce tutto della sua vita privata, suggerisco a Renzi di mantenere un basso profilo della sua sfera personale. E’ giovane e pieno di energie, abbiamo bisogno di politici così, d’altronde quale sarebbe l’alternativa?”  di Annalisa Ausilio