Tavola rotonda su trasparenza e privacy nella Pubblica amministrazione alla Camera. Si confrontano le due Authority, Privacy e Anti-corruzione. La trasparenza e gli open data per Raffaele Cantone, presidente dell’Anac, sono l’antidoto principale, più utili dei piani anti-corruzione tradizionali. Per il garante della privacy, Antonello Soro (Pd), i big data richiedono cautela, il digitale ha anche conseguenze negative come il furto d’identità. “Troppi dati, inutili e non leggibili, creano opacità e non trasparenza, non permettono il necessario controllo dei cittadini sulle pubbliche amministrazioni – afferma Soro -, stiamo pensando con Cantone a delle linee guida per aiutare il pubblico potere ad applicare meglio la legge”. “Le due authority non sono in conflitto, tuteliamo diritti diversi, ma sono i dati utili che vanno resi pubblici non quelli superflui” aggiunge Cantone che sulla normativa del 2013 critica la parte sanzionatoria. “Non abbiamo finora sanzionato nessuna amministrazione per la mancanza di trasparenza, non si sa nemmeno chi è l’organo preposto ad erogarle” chiosa  di Irene Buscemi