“Siamo senza acqua da tre giorni e da stamattina manca anche la corrente elettrica”. I cittadini di Leivi, comune nel genovese dove la sera dell’undici due anziani sono morti travolti dal fango, sono stremati. Il territorio è disseminato di frane che minacciano case e vie di comunicazione. “Aspettiamo altra pioggia per il fine settimana – spiega il sindaco Vincenzo Centenaro – è una situazione veramente pericolosa”. Intanto con il sole di oggi sono partiti i lavori per la messa in sicurezza di varie aree collinari che hanno ceduto sotto i 30 cm d’acqua caduti in poche ore due giorni fa. Per domani è programmato il lutto cittadino in memoria dei coniugi uccisi dal fango. Anche a Chiavari è partita la macchina dei soccorsi. Esercito, pompieri e centinaia di volontari stanno spalando il fango dalle prime luci dell’alba. “Oggi non siamo andati a scuola – raccontano una quindicina di liceali armati di vanghe e scope – quindi ci siamo organizzati per aiutare chi ne aveva bisogno”  di Cosimo Caridi