Nella replica alla Direzione del Partito democratico, il segretario-premier Matteo Renzi difende le modifiche che hanno portato “all’Italicum 2.0, in particolare al premio di maggioranza alla lista e non alla coalizione più votata: “Il Pd abbandona idea coalizione per candidarsi da solo a guidare il Paese”