“Renzi ritiri le modifiche dell’Italicum, Forza Italia non può accettare diktat dal premier”. Così i capigruppo di Camera e Senato azzurri, Renato Brunetta e Paolo Romani,  al termine dell’ufficio di presidenza convocato da Berlusconi a Palazzo Grazioli. “Siamo disponibili a rimanere in campo sulle riforme concordate nel patto del Nazereno. Non ha senso abbassare le soglie di sbarramento perché vuol dire solo aumentare la frammentazione del sistema politico”, afferma Romani. “Siamo pronti a votare anche domani la legge elettorale votata dalla Camera – rincara Brunetta – se Renzi vuole fare delle modifiche deve cercare il nostro consenso”  di Annalisa Ausilio