Mentre sale la tensione fra Pd e Forza Italia dopo il vertice di maggioranza a Palazzo Chigi, il leader del Nuovo Centrodestra Angelino Alfano difende il premio di maggioranza al partito anziché alla coalizione, come Renzi propone. Ma tende una mano anche al suo ex partito: “Se Berlusconi non utilizzerà il Patto del Nazareno come oggetto contundente verso gli alleati, ma avrà lungimiranza, saggezza e assenza di rancore, noi siamo pronti, giovandoci del premio di lista, a ricostruire la prospettiva del centrodestra. Il patto del Nazareno – continua il ministro dell’Interno durante una conferenza stampa nella sede romana del partito – non vada in soffitta, ma affianchi il governo rendendo più stabili le riforme costituzionali” di Annalisa Ausilio