Dopo 25 giorni di presidio Alessandro Santocchini (assistente di volo), uno dei due dipendenti della compagnia aerea che come forma di protesta contro il piano di mobilità dei lavoratori deciso dai vertici aziendali ha deciso di stazionare in cima al palo del parcheggio dell’Aeroporto Costa Smeralda di Olbia, ha deciso di scendere. Il collega Andrea Mascia, resterà in cima al palo, ma ha deciso di sospendere lo sciopero della fame. “Di fronte a tali e tanti impegni, Alessandro e Andrea, che da un mese rappresentano i simboli della protesta, in accordo con gli altri esuberi hanno pensato di mantenere il presidio aereo (nella persona ora del comandante Andrea Mascia, che ovviamente non può più portare avanti lo sciopero della fame in solitaria) e allo stesso tempo scendere a terra per essere parte dell’organizzazione e testimoni in prima linea, compito affidato a Alessandro Santocchini. Sia chiaro che “le magliette rosse” hanno un piano ben preciso, definito e preciso, con lo scopo di portare le loro istanze e la loro vertenza avanti, nulla è lasciato al caso”. Intanto il pilota Andrea Mascia, che sta ricevendo decine di messaggi di solidarietà, sul suo profilo FB scrive: “Non sono un eroe, lotto per il mio lavoro”. Ecco il video tratto dal canale Youtube di Esubero Meridiana del momento in cui uno dei due decidere di scendere