In occasione dell’assemblea costitutiva della ‘Sinistradem‘ del Lazio, Gianni Cuperlo definisce “positivo il dialogo con il M5S” che ha portato all’elezione di un membro della Consulta e dell’ultimo giudice per il Csm. Sulla legge elettorale, l’ex presidente del Pd, afferma: “Io che non sono mai stato un tifoso accanito del Patto del Nazareno, non so dire se scricchiola davvero, ma dobbiamo ricordare che se per pura ipotesi si dovesse andare ad elezioni anticipate sarebbe saggio che il Parlamento si rimboccasse le maniche e si arrivasse ad con tutte le forze disponibili, ad una legge che come priorità superi le liste bloccate“. Eppure ieri il dialogo Pd-M5S ha fatto infuriare sia Forza Italia, sia Ncd e Cuperlo ci scherza su:  “E’ il Parlamento bellezza, luogo la cui sovranità prescinde dal Patto del Nazareno“. E sulle cene di finanziamento da mille euro lanciate dal Pd targato Matteo Renzi, Cuperlo afferma: “Io non c’ero”. E stasera ci va? “Questa sera dov’è? A Roma? No, non ci vado. Va bene tutto ciò che serve a compensare il taglio drastico del finanziamento pubblico alla politica, su cui continuo a nutrire dei seri dubbi, tutto sommato tra una cena con un certo numero di commensali a mille euro a coperto e una cena con un numero molto maggiore di persone a venti euro a coperto, io preferisco la seconda”  di Manolo Lanaro