“Ti vogliamo ricordare come il Paese più bello del mondo”. Con queste parole alcuni deputati del Movimento 5 Stelle hanno salutato simbolicamente l’Italia in un finto funerale inscenato davanti a Montecitorio per protestare contro lo Sblocca Italia, su cui il governo ha chiesto in Senato il voto di fiducia. “Con questo decreto si dà il via alle trivellazioni, alla privatizzazione dell’acqua nonostante il referendum e alla costruzione degli inceneritori. Con questo decreto si torna indietro negli anni ’70”, hanno spiegato i parlamentari M5S  di Manolo Lanaro