Tra gli arrestati nell’inchiesta della Dda di Milano che ha smantellato la cosca della ’ndrangheta dei Galati c’è anche Salvatore Muscatello, già condannato a seguito della maxi-indagine ’Infinito’ del luglio 2010 e che ancora era “a capo della ’locale’ di Mariano Comense”, in provincia di Como. Lo ha spiegato il procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini nel corso della conferenza stampa in procura, aggiungendo anche che molte delle persone coinvolte nell’operazione Quadrifoglio manifestavano “l’orgoglio di essere calabresi e fare favori senza ricevere nulla in cambio”  di Francesca Martelli