In visita a Palazzetto Venezia a Roma, in occasione delle celebrazioni ufficiali per i settant’anni della Società italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI), presieduta dall’ex ministro Pdl Franco Frattini, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dribbla la domanda se in Italia occorra o meno un riconoscimento per le unioni tra omosessuali: “Non mi occupo di questo oggi pomeriggio, ma di altro”. Dal palco Napolitano ricorda le grandi figure di diplomatici della nostra storia repubblicana e rivolgendosi ai giovani presenti, afferma: “La politica internazionale la fanno i primi ministri piuttosto che i ministri degli Esteri e spesso – afferma – si avverte una grave mancanza di cultura internazionale. Tra esponenti di primissimo piano di chi fa la politica internazionale sembra non ci sia la minima conoscenza della storia internazionale”. E spesso – osservato il Capo dello Stato – alcuni non hanno nemmeno una conoscenza adeguata dei precedenti storici”. E’ qui che Napolitano elogia la figura di Henry Kissinger: “Se ci fosse sempre questo retroterra potremmo essere più tranquilli per il corso del mondo che, attualmente tranquilli non ci lascia…”  di Manolo Lanaro