“E’ inaccettabile che ogni giorno 17.000 bambini continuino a morire per cause banali, come una diarrea o una polmonite e che milioni ogni giorno debbano vivere in paesi molto difficili, in condizioni di povertà, violenza, mancanza di cure e cibo, in una continua sfida con la morte”. Parole di Valerio Neri, Direttore Generale Save the Children in Italia. In prima linea nella battaglia a favore dei minori, Save the Children ha appena lanciato una nuova campagna, con un messaggio chiaro: “Every child deserves a superhero” (Ogni bambino merita un supereroe), per raccogliere fondi che fanno davvero la differenza per milioni di vite. Si stima, infatti, che l’accesso universale alle cure sanitarie potrebbe prevenire la morte di 950.000 neonati ogni anno, documenta il nuovo dossier “Children’s race for Survival in the toughest places”. L’Africa è il continente dove si concentra il 50% delle morti infantili: in Sierra Leone, per esempio, oltre il 15% dei bambini muore prima del quinto anno. E’ poi l’Asia Meridionale, con 1/3 delle morti infantili: in India, nel solo stato dell’Uttar Pradesh, muoiono ogni anno 400 mila bambini, più che in tutta la Repubblica Democratica del Congo  http://www.savethechildren.it/