Bocciature alla manovra finanziaria anche M5S e Sel licenziata ieri dal Consiglio dei Ministri. Federico D’Incà, deputato 5 Stelle: “Sopo le slides attendiamo il testo vero, ma sicuramente ci saranno aumenti delle tasse che si mangeranno il bonus 80 euro e questo è vergognoso”. Arturo Scotto, capogruppo di Sinistra, Ecologia e Libertà: “Renzi ha più cura degli imprenditori che del territorio. Bisognava investire nel dissesto idrogeologico e le tasse aumenteranno, il rischio è questa manovra abbia un carattere recessivo che non aiuti la crescita”  di Manolo Lanaro