Il capogruppo alla Camera Renato Brunetta (e la “sua” Forza Italia) bocciano la prima Legge di Stabilità di Matteo Renzi: “Quelle di Renzi sono caramelle avvelenate. Tante cose buone e neppure una parola sulle coperture”.”Dilettanti allo sbaraglio anche un po’ irresponsabile, perché non si passa da una manovra annunciata di ventidue miliardi – afferma -, passata a trenta ed infine di trentasei in una notte: è un po’ come il pane lievita la notte”. Le Regioni? “Questa è la partita di giro e di raggiro di Renzi, le ragioni se vogliono continuare a fornire servizi dovranno aumentare le tasse”. “I mercati – conclude Brunetta – hanno già bocciato questa manovra, la boccerà anche l’Europa e lo spread sta risalendo, altri cinquanta punti ed il sistema sarà al collasso. Manovra elettorale? Spero di no, però a pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca”  di Manolo Lanaro