Matteo Renzi risponde a Sergio Chiamparino. E lo fa dall’Asem, il meeting Europa-Asia, in corso a Milano. Il presidente della Conferenza delle Regioni aveva criticato la legge di stabilità presentata dal governo, definendola “insostenibile” per gli enti locali che rappresenta, a meno di tagliare i servizi come la sanità o alzare le tasse. “Vorrei che nessuno prendesse in giro gli italiani – è la risposta del capo del governo – Dopo tanto tempo, attacchiamo gli sprechi di tutti, a partire da Palazzo Chigi. Prima di fare polemica, bisogna guardare in casa propria e ridurre ciò che è possibile”. E per chiudere, un’ultima stoccata: “Trovo inaccettabile dire di alzare le tasse a livello locale. Sarebbe un atto al limite della provocazione”  di Stefano De Agostini