Massimiliano Balducci è stato arrestato con l’accusa di favoreggiamento di omicidio volontario, con l’aggravante di aver istigato a commettere il reato Daniel, il figlio minore. “Ammazzalo, menagli, gonfialo” gli avrebbe detto secondo i testimoni. A scatenare la reazione dei due romani sarebbe stato uno sputo del 28enne pakistano Mohamed Shazhad Khan. A noi, in esclusiva, ha ricostruito la sua versione dei fatti. “Quello gli ha sputato in faccia. Gli ha sputato sangue –  ha detto – ‘sputà’ è un gesto bruttissimo. Tanti bangladesh passano qui davanti e sputano, mentre la gente fa colazione, è brutto. Pensa se te lo facessero in faccia”  di Micaela Farrocco