Il deputato M5s Walter Rizzetto chiede le dimissioni di Teresa Bellanova. La sottosegretaria al lavoro Pd, ex sindacalista ed ex relatrice della legge Fornero, è accusata di aver fatto lavorare in nero per 3 anni l’ex addetto stampa del partito a Lecce. Con una mozione”, scrive Rizzetto in una nota, “si chiedono all’esecutivo le dimissioni del sottosegretario al lavoro, coinvolta in una vertenza di lavoro in Tribunale con il proprio ex addetto stampa. La richiesta di dimissioni però non nasce dalla vicenda giudiziale in sé, in quanto i fatti dovranno essere accertati dal giudice”.

Il riferimento di Rizzetto infatti è all’intervista della Bellanova al programma La Gabbia. “La posizione del sottosegretario”, dice il deputato M5s, “è diventata grave per alcune false dichiarazioni pubbliche che ha reso sui fatti che la vedono coinvolta nel contenzioso di lavoro. Infatti, il sottosegretario Bellanova in un’intervista televisiva ha smentito l’esistenza di un trascorso rapporto di lavoro con il presunto addetto stampa e ha negato di avergli sottoscritto una lettera di referenze. Tuttavia, sia l’esistenza del rapporto lavorativo che l’autenticità della firma da lei disconosciuta sono stati dimostrati con l’esibizione pubblica di vari documenti”. E per questo, dice Rizzetto: “Per ovvie ragioni di precauzione e di opportunità il sottosegretario al lavoro deve dimettersi, visto che è coinvolta in un contenzioso di lavoro rispetto al quale ha reso dichiarazioni smentite pubblicamente”.