Una legittima strategia di marketing, che però rischia di confondere ancora di più gli investitori pubblicitari sul mercato web e anche i lettori che vogliono capire il ‘peso’ di ciascuna testata online nel panorama editoriale italiano. Un mercato già confuso a causa degli accorpamenti tra testate diverse del sistema Audiweb e le cosiddette campagne “site under”, di cui Wired aveva dato conto nel giugno scorso.

Si chiama ‘cashback‘ ed è un sistema utilizzato non da piccoli editori desiderosi di guadagnare qualche clic in più, ma dalle grandi corazzate come Corriere.it e Repubblica.it. Lo ha rivelato nelle scorse ore la rivista specializzata Wired, raccontando come entrambe le testate siano presenti su Blurum, una piattaforma che permette una navigazione del tutto simile a quella dei motori di ricerca e in cui gli utenti registrati ottengono dei punti per ogni clic effettuato. Al raggiungimento di un determinato punteggio, è possibile riscuotere un premio, come smartphone e buoni acquisto. L’obiettivo di questo sistema, oltre quello di portare traffico ai siti clienti presenti su Blurum, è avere una profilazione dettagliata dei gusti e degli interessi degli utenti, informazioni che valgono oro per gli investitori pubblicitari.

In particolare, secondo quanto rivelato da Wired (che ha monitorato la piattaforma fin dal mese scorso dopo le segnalazioni di alcuni utenti che lamentano il mancato ricevimento dei premi) sono proprio gli articoli del Corriere.it ad essere tra i contenuti più presenti su Blurum. “Si arriva al sito del Corriere – si legge nell’articolo del magazine firmato da Gianluca De Martino – cliccando sulle icone di Cronache, Economia, Politica, Esteri, Cultura, Spettacoli, Sport, Tecnologia, Casa, Cucina, Salute, Animali e Viaggi. Quando si sceglie “Donna” si raggiunge direttamente il sito di IoDonna (inserto femminile del Corriere della Sera), mentre la “Lettura” è la porta d’accesso per SoloLibri.net, la “Musica” per il sito di Mtv. Tra le altre news anche quelle relative a “Giardinaggio” (Giardinaggio.it) e “Scuola” (Scuolazoo)”.

La testata RCS ha confermato infatti una “partnership che prevede una serie di iniziative strategiche per incrementare i ricavi nell’advertising digitale e per sviluppare nuovi modelli di business attraverso l’utilizzo delle tecniche più evolute di marketing relazionale”. Repubblica ha invece risposto alla diffusione di questa notizia negando di aver messo in pratica questa strategia di marketing e annunciando azioni legali.

Per stimare quanto il ‘cashback’ possa aiutare a migliorare il traffico su un sito come il Corriere.it, basta considerare che “nel 2013, dati Audiweb alla mano, il sito Blurum.it ha collezionato mediamente 250mila utenti unici al giorno. Ma è ancora più impressionante il numero di pagine viste generato dal meccanismo a premi che, per dare un’idea, durante l’estate scorsa ha totalizzato una media – da giugno ad agosto – di 95 milioni di impression al mese, tante quante un sito come TgCom”, così come racconta Wired.